Itinerario Storico - Archeologico

giovedý 26 gennaio 2012

 

Il rinvenimento di utensili, lance, spade testimoniano la presenza di vita già nel XIII-VI a.C. Nel periodo tra il VI e I a.C. è accertata la presenza dei Sanniti. I primi scontri con i Romani iniziarono nel 343 a.C. Il dominio romano si consolidò nel 293 a.C. e durò fino alla caduta di Roma.

La testimonianza più rilevante del periodo romano è certamente Larino, che divenne un importante municipium romano già nel I sec a.C. A testimonianza del periodo florido vissuto al tempo dei Romani è possibile ammirare diversi ritrovamenti: dall’Anfiteatro alle Terme Romane, alle pavimentazioni musive databili dal III sec. a.C. al III sec. d.C., olte a ville, iscrizioni murarie, epigrafi.

 

Si parte dalla visita del sito costituito dall’Anfiteatro Romano, in via Dante. La visita prosegue poi presso l’area del giardino di Villa Zappone, che presenta porzioni di vasche termali e pavimentazioni musive. A seguire, in via Tito Livio, ci si recherà a visitare il mosaico cd. dei Delfini.

Sempre sul Piano San Leonardo, alle spalle del Tribunale Civile, ci si reca presso una serie di strutture romane caratterizzate da due mosaici bicromi: mosaico del Kantharos e quello dell’Emblema. Nei pressi dell’attuale campo sportivo è stata localizzata un’area che ospitava, con buona approssimazione, il Foro Romano, oggi oggetto di scavo archeologico. Qui sono conservati due splendidi mosaici, all’interno di una villa rustica ellenistica. Uno, in particolare, quello cd. del Polipo, è di pregevole fattura.

L’itinerario prosegue con la visita, nel Borgo Medievale, del Museo Civico, che ospita, tra l’altro, tre splendidi mosaici: il mosaico della Lupa, quello del Leone e quello degli Uccelli. Sono inoltre conservati ulteriori reperti della vita quotidiana, epigrafi, maschere decorative ed anfore.

La visita si conclude con una suggestiva passeggiata lungo le vie del Borgo, per la visione ed il commento delle tante iscrizioni ed epigrafi murate lungo le pareti degli edifici che si affacciano sulle strade principali, dopo esser state prelevate dai luoghi di ritrovamento.

Questo itinerario può esser svolto in ogni momento dell’anno, ma sicuramente la primavera e l’estate sono i periodi migliori per poter godere di queste bellezze.

 

  MENU  
 CONCORSI
 METEO LARINO
 RACCONTANDO LARINO
 SEZIONE BIBLIOGRAFICA
 VIDEO GALLERY
 LINK ISTITUZIONALI
 PHOTO GALLERY
 NEWS LETTER
 CONTATTI